Translate

domenica 21 maggio 2017

PERCHÉ SI EMIGRA?

Dal sito di Comune - info del 31.03.2014

Benvenuto coltan nell’Europa vigliacca


di Francesco Gesualdi
Dai cellulari alle cellule fotovoltaiche, dalle telecamere ai computer, senza di lui nessuno congegno informatico potrebbe funzionare. Stiamo parlando del coltan, un minerale, anzi una combinazione di minerali, columbite e tantalite, essenziali per ottimizzare il consumo di corrente elettrica nei chip di nuova generazione. Il 60 per cento del coltan utilizzato a livello mondiale proviene dalla Repubblica Democratica del Congo. Più precisamente dal Kivu, una regione a ridosso del Ruanda e del Burundi, in parte bagnata dal lago Tanganica.
Una zona di grandi bellezze naturali, ma diventata famosa per i suoi scombinati conflitti armati. Decine di gruppi armati si contendono il controllo del territorio. Quali al servizio di capi locali particolarmente ambiziosi, quali al servizio di potenze straniere. Ma tutti con lo stesso obiettivo: controllare le immense ricchezze minerarie che la regione contiene. In particolare il coltan. Ed ecco la popolazione ovunque terrorizzata e costretta a lavorare nelle miniere, per estrarre i minerali che la banda militare occupante venderà ai trafficanti specializzati nell’esportazione di contrabbando. Dalla regione esce coltan e rientrano armi. Perché i proventi della vendita del minerale servono proprio a questo: a pagare soldati e armi che tengono in piedi i gruppi armati. LEGGI TUTTO

venerdì 19 maggio 2017

CASALE MONFERRATO:DOPO L'AMIANTO, L'URANIO?

Riceviamo dal circolo legambiente di Casale Monferrato l'invito a partecipare alla serata informativa in merito al progetto di creare a Casale Monferrato  un centro per la ricerca sulla fusione nucleare.

Fusione nucleare: è la scelta giusta?

Fusione nucleare_Locandina_19-5-17 

Fusione nucleare: è la scelta giusta?
Di che cosa si tratta e quali rischi comporta

 

VENERDÌ 19 MAGGIO
ore 21,00
c/o Salone del Parco del Po
Viale Lungo Po Gramsci, Casale Monferrato
S e r a t a  i n f o r m a t i v a
INTERVIENE
 

GIAN PIERO GODIO
[Presidente Legambiente del Vercellese e responsabile energia di Legambiente
Piemonte e Valle d’Aosta]
 

SONO STATI INVITATI:
 

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE di Casale Monferrato
 

L’ON. CRISTINA BARGERO, relatrice risoluzione X Commissione Camera
 

Alla serata sarà presente UMBERTO LORI
presidente Comitato di Vigilanza sul Nucleare


http://www.legambientecasale.it info@legambientecasale.it
Legambiente Circolo Verdeblu Casale Monferrato, 19/05/2017

MONTE ROSA RANDÒ: PROPOSTA PER IL WEEKEND DI FINE MAGGIO


Monte Rosa Randò,

due week-end con Legambiente

Quando: 27 maggio 2017@10:04–28 maggio 2017@19:00
Dove: 11029 Verrès AO, Italia 


Percorso Basso- 27-28 maggio 2017
Per chi arriva da lontano è possibile pernottare in mezza pensione all’Hotel Park Evançon di Verrès dove ci sarà il ritrovo la mattina del sabato.
Sabato 27 maggio,Tappa 1: Verrès - Challand-Saint-Anselme (+ 790 m / - 160 m, 4 h)
L’incontro è previsto alle ore 09:30 a Verrès presso l’Hotel Park Evançon.
Da Verrès, dopo aver visto la collegiata di Saint-Gilles si attraversa l'arboretum "Borna de Laou" con le sue piante esotiche sino a raggiungere la croce di Saint-Gilles. Da questo belvedere si può ammirare tutta la valle centrale e di fronte la caratteristica linea della vetta del Mont Avic, a picco sotto di noi l'abitato di Verrès.
Si prosegue sino a raggiungere i ruderi del castello di Villa, uno dei più antichi della Valle d'Aosta, da cui lo sguardo spazia su tutta la bassa val d'Ayas.
Entriamo adesso nella Riserva naturale del Lago Villa, una piccola deviazione sino al lago è consigliata.
Proseguendo si raggiunge il Col d'Arlaz dove sono visibili i resti di una tomba preistorica, si prosegue lungo il ru d'Arlaz sino a raggiungere la chiesa di Sant'Anna posizionata su un cucuzzolo da cui la vista spazia su tutta la bassa val d'Ayas.
Presentazione del Tour completo con proiezione di video, foto, informazioni e curiosità.
Cena e pernottamento

Domenica 28 maggio, Tappa 2: Challand-Saint-Anselme - Brusson   (+ 755 m / - 510 m, 3 h 30')
Colazione e pronti per la partenza alle ore 09:30.
Oggi tappa breve che permette di visitare con calma le miniere d'oro di Bechaz.
Alle miniere d'oro di Bechaz è stato creato un percorso circolare, arricchito di cartelli che illustrano i vari punti visibili.
Si percorre ancora buona parte del ru d'Arlaz sino alla presa nel torrente Evançon fino ad arrivare a Brusson in località Laghetto.
Si prende l’autobus per il rientro a Verrès.
 



0001

INSIEME SENZA MURI - MILANO 20 MAGGIO 2017 - 14,30 PORTA VENEZIA

#Legambiente aderisce alla manifestazione del 20 maggio

Per abbattere la logica dei muri, per trasformare le paure in speranza, grande mobilitazione popolare il 20 maggio a Milano. Legambiente invita soci e simpatizzanti alla partecipazione 
Il 20 maggio saremo in marcia a Milano accanto ai migranti, INSIEME SENZA MURI, e sfileremo dietro il nostro striscione BENVENUTI CITTADINI D'EUROPA. Proprio perché siamo ambientalisti, proprio perché vogliamo costruire un mondo diverso siamo convinti di quanto sia giusto essere in piazza.
“Affrontare la questione migranti come se fosse un ‘problema di ordine pubblico’, come fanno le pessime leggi 46 e 48 su nuove procedure per i richiedenti asilo e sicurezza urbana, proposte dal governo e appena approvate dal Parlamento, è un’operazione pericolosissima e che ci spinge a impegnarci sempre di più nella costruzione di una risposta civile, come già avvenuto in altre parti d'Europa a partire dal corteo di Barcellona” dichiara la presidente di Legambiente Rossella Muroni.
“Anche l’attacco alle ONG, alla luce della stretta securitaria degli ultimi giorni - prosegue Muroni -  appare ancora più chiaro nella sua strumentalità e pericolosità: chi aiuta e salva i migranti è diventato un nemico da combattere ed infangare solo perché fa saltare la gestione dei respingimenti voluta da Frontex mettendo in primo piano la salvezza delle vite umane. È una deriva a cui abbiamo il dovere di opporci e per questo sfileremo a Milano il 20 maggio”. 
Servono nuove regole e un governo delle migrazioni lungimirante. Serve un nuovo diritto d’asilo europeo che cancelli le distinzioni tra profughi di guerra e profughi ambientali ed economici. Serve un governo solidale, costruito su una nuova dimensione euromediterranea, che abbandoni la deriva securitaria e di appoggio a regimi inaccettabili, in Turchia come in Africa.
L’Europa deve cambiare rotta. Chi vi cerca oggi rifugio, scappa da un intreccio perverso di cause, tra loro complementari, che ha reso inabitabili tante, troppe, terre a causa di guerre, carestie, desertificazione e siccità, dittature, disuguaglianze esorbitanti e povertà. Distinguere tra profughi di guerra, profughi economici, profughi ambientali, a 65 anni dalla Convezione di Ginevra, non ha alcun senso, e non esiste ancora nessun riconoscimento ufficiale per i profughi ambientali. Leggi tutto>>

Info manifestazione: www.20maggiosenzamuri.it

"Insieme senza muri": ci siamo anche noi di Rossella Muroni

Temi:
Pubblicato il 5 maggio 2017


giovedì 18 maggio 2017

PAOLO RUMIZ E LA EUROPEAN SPIRIT OF YOUTH ORCHESTRA OSPITI AL PARCO DELLE CAPANNE DI MARCAROLO - 29 LUGLIO 2017



Paolo Rumiz nel Parco Capanne di Marcarolo sabato 29 luglio
L'Ente di gestione delle Aree protette dell'Appennino piemontese, in collaborazione con Regione Piemonte, è lieto di annunciare l'evento prequel de ATTRAVERSO FESTIVAL il festival diffuso tra Langhe - Roero – Monferrato e Basso Piemonte.
Sabato 29 luglio 2017 alle 18.00 in località Benedicta nella frazione di Capanne di Marcarolo (Bosio AL), Paolo Rumiz accompagnerà, con letture dedicate alle grandi vie di comunicazione d’Europa, il concerto della
European Spirit of Youth Orchestra diretta dal maestro Igor Coretti Kuret nello spettacolo TAMBURI DI PACE 2.1 - VIE D’EUROPA, APPIA E LE ALTRE.
Dopo il successo dello scorso anno, a fine estate 2017 dal 25 Agosto al 10 Settembre, torna Attraverso Festival, il festival diffuso che tra concerti, teatro, cibo e vino, come un vero e proprio percorso turistico-spettacolare, dalla fine di agosto ai primi di settembre, attraversa Langhe, Roero e Monferrato, territori regionali inseriti nella World Heritage List dell'Unesco nel 2014 e quelli limitrofi del basso Piemonte.
Questa seconda edizione di Attraverso Festival, ha il piacere di presentare un’anteprima nazionale, evento prequel del Festival realizzato in collaborazione con la Regione Piemonte e l’Ente di gestione delle Aree Protette Appennino Piemontese.
La sera di Sabato 29 Luglio 2017, nella suggestiva cornice dell’area naturalistica Parco Naturale Capanne di Marcarolo, in provincia di Alessandria, l’Esyo European Spirit of Youth Orchestra - ensemble sinfonico formato da ottanta giovani provenienti da diciassette diversi Paesi tra Europa e Medio Oriente – guidata dal Maestro Igor Coretti Kuret, eseguendo musiche di Beethoven, Holst, Bizet, Zimmer e Respighi, accompagnerà Paolo Rumiz nella sua narrazione solista dedicata quest’anno alle prime grandi Vie d’Europa, l’Appia e le altre.
IN ALLEGATO IL COMUNICATO STAMPA
Info e Prevendite biglietti:
www.attraversofestival.it - 011 3176636www.areeprotetteappenninopiemontese.it - 0143 684777Posto unico in piedi 8 euro + d.p.

I residenti dei comuni del Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo (Voltaggio, Bosio, Mornese, Casaleggio Boiro, Lerma, Tagliolo Monferrato e Gavi) possono acquistare i biglietti ad un prezzo ridotto presso le sedi dell’Ente Aree Protette Appennino Piemontese a Bosio e Lerma.

DIFFIDA DI LEGAMBIENTE, PRO NATURA E COMITATO DEI CITTADINI AL COMUNE DI ALESSANDRIA PERCHÉ NON VENGA IGNORATA LA RICHIESTA DEI CITTADINI SUL CONFERIMENTO IN CAVA DELLO SMARINO DEL TERZO VALICO



Legambiente, Pro Natura e Comitato inviano al Comune una diffida legale:
il Consiglio Comunale discuta la proposta di deliberazione popolare
per fermare lo smarino del Terzo Valico.

Legambiente Ovadese, Legambiente Val Lemme, Pro Natura Alessandria e Comitato Alessandria No Amianto dal Terzo Valico, che fin dal mese di gennaio hanno presentato in Comune una proposta di deliberazione popolare per fermare i conferimenti dello smarino del Terzo Valico hanno inviato al Comune di Alessandria una formale diffida legale  chiedendo di portare in discussione entro la fine della legislatura questo importante provvedimento che tocca profondamente la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente.
Il Comune infatti non aveva accettato di discutere la proposta di deliberazione presentata dai cittadini e sostenuta da oltre 2.000 firme.
I fatti avvenuti presso il sito di Cascina Clara e Buona nel quale si deposita lo smarino del Terzo Valico, dall’alluvione dello scorso novembre, alle misurazioni Arpa delle fibre di amianto nell’acqua di falda, per finire poche settimane fa col superamento del 100% dei limiti degli schiumogeni nel materiale depositato, hanno purtroppo confermato i timori dei cittadini e richiedono interventi efficaci per porre radicalmente fine alla situazione.
Il fatto che il Comune abbia deciso di non portare neppure in discussione  il testo proposto da migliaia di semplici cittadini che vivono con drammaticità il problema, rappresenta, per Legambiente, Pro Natura ed il Comitato, una grave mancanza di sensibilità e democraticità.
Non ci vengano a dire che non saprebbero come fare per impedire il conferimento del pericoloso smarino all’interno del territorio del comune di Alessandria: in tal caso, chiedano al governo di fermare l’opera che, come è sempre più evidente, oltre che pericolosa è anche inutile e costosa.
A difesa di quello che riteniamo un diritto democratico irrinunciabile ci siamo pertanto rivolti all’Avvocato Mattia Crucioli, del foro di Genova che ha provveduto ad inviare al Comune una formale diffida legale (Vedere allegato 2).
Alessandria, 15 maggio 2017
Legambiente Val Lemme

Legambiente Ovadese e Valle Stura

Alessandria No Amianto dal Terzo Valico

Pro Natura Alessandria